GARR | CONTATTI              

  • foto del Colosseo

Servizi e interviste video

GARR e beni culturali: una connessione a regola d'arte - Intervista a Sauro Longhi e Federico Ruggieri Il regista Giorgio Barberio Corsetti ci parla di Innovating Colosseo Intervista a Francesco Prosperetti Soprintendente Speciale di Roma Innovating Colosseo, i protagonisti della Nave Argo
Stampa

Garr e Soprintendenza

 ARTE E INNOVAZIONE: LA COLLABORAZIONE TRA GARR E SOPRINTENDENZA

È la prima volta che monumenti di altissimo valore storico e artistico vengono interconnessi in rete: un investimento a lungo termine fatto dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma.  La collaborazione tra GARR e Soprintendenza si inserisce all’interno di una strategia di utilizzo delle nuove tecnologie ICT al servizio della conservazione, studio e valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale del nostro Paese.
Un esempio concreto è il sistema territoriale SITAR (il catasto web delle informazioni archeologiche del territorio metropolitano di Roma che gestisce dati in continua crescita), realizzato interamente dalla Soprintendenza, con strumenti tecnologici all’avanguardia.
Si tratta di un modello virtuoso da estendere a livello italiano e mondiale, sfruttando al meglio le potenzialità di un collegamento in fibra ottica.
Le sedi della Soprintendenza collegate alla rete GARR Sono connesse alla rete della ricerca le sedi di: Colosseo, Foro Romano e Palatino, Museo Nazionale Romano (Crypta Balbi, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo, Terme di Diocleziano).

 GARR AND CULTURAL HERITAGE

GARR has always been involved with the cultural heritage community providing an advanced network infrastructure and innovative tools for the protection and promotion of cultural heritage assets, for international collaborations with universities and research institutions for sharing and transmission of large amounts of data between institutions, and for the use of web applications (virtual museums, virtual archeology, geographic information systems). In 2015 for the first time monuments of high historical and artistic value were connected through GARR’s optical fibers. Several heritage sites – the Colosseum, Foro Romano e Palatino and the Museo Nazionale Romano (Palazzo Massimo, Crypta Balbi, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano), and the Pompei Archaeological Area – were connected thanks to the agreements with the Superintendencies of the Rome and Pompei archaeological sites. This collaboration between GARR and the Superintendency is part of a strategy of conservation, study and enhancement of the extraordinary cultural heritage of Italy through the use of high level ICT technologies. A first concrete example is the SITAR territorial system (Sistema Informativo Territoriale Archeologico di Roma - Geographic Archaeological Information System of Rome), a system that can be considered an online Land Registry of archaeological information about the metropolitan area of Rome. This system manages the growing amounts of data generated by the Special Superintendency for the Archaeological Heritage of Rome by means of advanced technological tools.

Questo sito utilizza i cookie per fornire servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi la nostra Cookies policy.

Accetto cookies da questo sito.